Songs For Imaginary Movies

Songs For Imaginary Movies

2020, Area Pirata Records, Italy. Album (Vinyl, CD)
Available in  Spotify iTunes and in main music stores worldwide.

The Strange Flowers come back after 5 years with their 8th album, featuring the original nucleus of the band (Michele Marinò, Giovanni Bruno and Alessandro Pardini), plus drummer Valerio Bartolini. As a matter of fact, Songs for Imaginary Movies is a very fresh and elegant release that brings the band back to its visionary, either psychedelic or psychedelic-pop roots, with moods ranging from darkness to light, from colors to black & white. The guys from Pisa go further beyond the clichés of 60’s revival and make another step forward into modernity, with the unique style that has characterized a remarkable, over 30 years-long career. The album, to be released on April 2nd 2020, includes 11 all-original tracks in the elegant gatefold vinyl version, plus two bonus tracks in the CD version. Being regarded as one of the most original and valuable acts of the psychedelic scene in Europe, The Strange Flowers likely made what is probably their best release ever. A very nice production under every point of view: inspired songwriting, beautiful lyrics, a solid and convincing performance, exquisite arrangements, elegant cover art. An absolute must!

What they say:

Radiocoop, Italy: “una delle band più interessanti e in progress della scena neo psichedelica mondiale…l’approccio è personale, distintivo, creativo, moderno. Album di primo livello.”

Voix De Garage Grenoble, France: “un album complet, varié, intelligemment agencé, et assez hors des sentiers rebattus, sans pour autant tomber dans la musique pour zicos et les bizarreries Arty…J’en aime la profondeur, la luminosité et la délicatesse de composition et d’interprétation ! C’est BEAU tout simplement!”

Reverendo Lys, Italy: “malgrado i tempi i fiori tornano a sbocciare… un vassoio di leccornie che non immaginate neppure.”

Magazzini Inesistenti, Italy: “un signor disco, una delle cose migliori che possa capitare di ascoltare oggi nell’ambito della neopsichedelia”

Razzputin, Italy: “meriterebbe di piazzarsi tra i migliori album italiani del 2020”

Blow-Up, Italy: “gli Strange Flowers continuano a distillare le loro pozioni magiche fatte di psichedelia…”

InYourEyes Zine, Italy: “La formula vincente della band è maturata negli anni, facendo del quartetto toscano una vera e propria sicurezza. Il loro mix di psychedelia, pop, paisley underground, shoegaze e lirismo non può che toccare il cuore di chiunque ne abbia uno pulsante e ricettivo…come di consueto una nuova uscita degli Strange Flowers riduce ad altri nove gli album che compariranno nella mia top ten annuale”

Underground Music, The Netherlands: “Songs From Imaginary Movies” van The Strange Flowers is net als voorgaande albums een geweldige plaat geworden, die vol staat met aanstekelijke licht psychedelische pop songs, die ik elke liefhebber van dit genre en de betere pop kan aanraden”

Sotterranei Pop, Italy: “uno dei migliori album e più ispirati mai usciti dal catalogo di Area Pirata Records, e probabilmente lo è anche dell’intera produzione di The Strange Flowers che si confermano come uno dei gruppi più rappresentativi della scena neo-psichedelica italiana e non solo, grazie alla superba qualità della scrittura di queste canzoni estremamente ricercate negli arrangiamenti e nella loro esecuzione. Da ascoltare assolutamente”

Rumore, Italy: “Una ritrovata alchimia…un grande ritorno…”

Trippa Shake, Italy “Canzoni per film immaginari, ma in realtà perle psichedeliche che funzionano benissimo anche da sole, tanto che il film è facile farselo da soli, lasciando fluire e fluttuare l’immaginazione scatenata dalla loro elegante tempesta sonora…E pensare che a Pisa, lungo l’Arno, c’è gente che suona la vecchia psichedelia inglese meglio di come la suonano gli inglesi oggi…”

Shinding, UK: “A competent effort from one of the pillars of the 80’s Italian Indie scene”

Parco Paranoico, Italy: “Songs For Imaginary Movies” riesce a connettersi alle storie individuali dei singoli ascoltatori, a far presa sulle loro menti assopite e dare loro la sferzata necessaria per svegliarle ed indurle a dubitare, a rivedere criticamente le certezze acquisite, ad avere voglia di osservare e conoscere ancora di più. Intanto il disco scorre con piacere, anche grazie al suo essere musicalmente eterogeneo ed alle sue diverse anime, che lo rendono, allo stesso tempo, visionario e realista, nostalgico e propositivo, rassicurante ed avventuroso, nonché pieno di contaminazioni e sperimentazioni, che ne fanno un lavoro attraente e meritevole di più ascolti”

Music on Tnt (Italy): “Il sound, ricco di venature retrò, sembra voler costruire il suo narrato con animosità rock (Supermodel) e psychedelia accessibile (Apocalypse), dalla quale la band pone i blocchi di partenza per un ottimo outro: Jingle jangle morning in outer space. La composizione conclusiva, complice il backing vocals, con i suoi estesi passaggi, offre un piccolo capolavoro contemporaneo, in cui il bilanciamento emozionale riesce a contemplare un easy listening impeccabile”

Rocco (Italy): “Un lavoro ben costruito e ottimamente suonato”

Contact

For gig booking, merchandising and press information
please write to:

 management@strangeflowers.net

Follow